La Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse di 75 punti base mercoledì, il più grande aumento dal 1994. In 13 mesi, la Fed di Greenspan ha alzato i tassi di interesse sette volte. La Federal Reserve ha alzato il tasso di interesse. Con l’inflazione ai massimi da quattro decenni, il presidente Powell ha preso in prestito dal playbook di Alan Greenspan degli anni ’90, annunciando un nuovo intervallo di tassi obiettivo compreso tra l’1,50% e l’1,75% e rifiutandosi di escludere un aumento di dimensioni simili il mese prossimo. Le azioni della Fed negli ultimi giorni riportano alla memoria il 1994, secondo un equity strategist. Vediamo cali di prezzo perché il mercato si aspetta che la Fed adotti misure più severe. La Fed di Greenspan ha aumentato i tassi sette volte in 13 mesi nel 1994 e nel 1995 per evitare che un’economia in surriscaldamento aumenti l’inflazione. Secondo gli analisti, gli investitori non dovrebbero aspettarsi un atterraggio morbido in questo ciclo, poiché l’S&P 500 e il DOW Industrial Average sono saliti tra l’inizio del 1994 e la fine del 1995. Secondo i dati sull’inflazione mondiale, l’inflazione annua negli Stati Uniti era solo del 2,5% nel 1994. “Dopo l’ultimo rialzo all’inizio del 1995, il mercato azionario ha registrato una ripresa”, ha affermato. È improbabile che le preoccupazioni per gli atterraggi duri scompaiano presto a causa dell’inflazione e forse di un ulteriore inasprimento a venire. Il “massacro del mercato obbligazionario” è stato causato dai sette rialzi dei tassi di Greenspan, che hanno reso le obbligazioni meno attraenti. Il mercato del reddito fisso è stato spazzato via da $ 1 trilione nel novembre 1994. I mercati obbligazionari sono stati i più colpiti dall’aumento dei rialzi, poiché gli investitori sono stati colti alla sprovvista. I rendimenti dei Treasury a due anni, che si muovono nella direzione opposta ai prezzi, saliranno al 3,151% nel 2022.