I giardini di Piazza Grandi prendono il nome dalle sorelle che inventarono ‘Diabolik’. La cerimonia si è svolta poco distante dallo ‘Spazio Comico’ di viale Campania, dove è stata allestita una mostra dedicata al famoso ladro in occasione del centesimo anniversario della sua nascita e a 60 anni dalla prima pubblicazione del fumetto. Tra i presenti l’assessore comunale alla Cultura Tommaso Sacchi, il presidente del Comune 4 Stefano Bianco e la delegata di Palazzo Marino alle Pari opportunità Elena Lattuada. “Dedicare un giardino così importante è un segnale che viene dato a due figure straordinarie che furono sia imprenditori che editori”, ha detto Sacchi. L’assessore ha definito i due designer come figure brillanti che attraverso un’intuizione hanno creato una realtà di grande successo e fama senza mai cedere alle lusinghe dei grandi gruppi editoriali che guardavano Diabolik o all’inserimento di messaggi pubblicitari che avrebbero tratto in inganno questo straordinario personaggio . Sacchi ha confessato che stava leggendo. Ho visto il film che mi è piaciuto e ne ho acquistati diversi. Il direttore di ‘Astorina’ ha detto che sono riusciti ad insediarsi grazie alla passione dei fratelli Manetti, e che la figura di Diabolik è così originale da essere senza tempo. L’intitolazione dei giardini di Piazza Grandi è un omaggio che la città le ha dedicato. Sozzani ha detto che gli è piaciuto molto il film. I giardini di Piazza Grandi sono stati descritti nell’articolo.