I Golden State Warriors hanno battuto i Boston Celtics 103-90 giovedì sera vincendo il loro quarto titolo NBA nelle ultime otto stagioni. Stephen Curry è stato nominato giocatore più prezioso delle finali NBA dopo aver segnato 34 punti per i Warriors. Dopo una serie di cinque finali consecutive, un precipitare in fondo alla NBA e un ritorno alla grandezza solo due stagioni dopo, questo ha completato un viaggio come nessun altro. Curry ha detto dopo che i Warriors hanno accettato il trofeo del campionato che hanno trovato un modo per farlo. Curry ha lottato per parlare mentre spiegava come i Warriors fossero stati in grado di vincere il titolo. È un quarto campionato per Curry, Klay Thompson, Draymond Green e Iguodala. I Warriors sono tornati in questa stagione dopo il ritorno di Thompson. Quello che avrebbe permesso a Boston di rompere un pareggio con i Los Angeles Lakers per il massimo nella storia del campionato è ciò che il campione ha negato ai Celtics. È stata una storia diversa per i Warriors quando hanno giocato contro i Raptors in finale rispetto a quando li hanno giocati un anno fa, quando Kevin Durant e Klay Thompson hanno strappato i loro ACL in Gara 5 e i Raptors hanno vinto il titolo. I Warriors hanno usato la loro pausa di due anni dalla NBA per riorganizzare il loro roster. Una delle scelte al draft è stata Andrew Wiggins, che ha eccelso nelle sue prime finali. Curry sa cosa hanno significato gli ultimi tre anni. Kerr ne ha vinte cinque da giocatore ed è il suo nono campionato. È stata la quinta sconfitta in 22 apparizioni in una serie di titoli per Boston, che ha cambiato stagione per avere una possibilità di questa corona. I Celtics sono andati in lacrime per raggiungere la finale e hanno quasi vinto il loro secondo campionato dal 1986. Il trofeo Larry O’Brien è stato consegnato ai Warriors dal vice commissario al posto del campione NBA. I Warriors non hanno mai ceduto il comando dopo che una tripla di Jaylen Brown ha portato l’86-78 a 5:33 dalla fine. Il centro dei Celtics Robert Williams ha detto che non potevano resistere alle loro corse. Curry ha inviato i fan di Boston in streaming verso le uscite con il suo sesto 3 della notte per dare ai Warriors un vantaggio di 15 punti, 96-81, quindi ha incrociato le mani contro il viso mentre correva di nuovo in campo, segnalando la fine delle speranze di Boston di estendere la serie. Warriors: sono andati 19 su 45 dalla linea dei 3 punti. Erano le prime finali senza una partita a una cifra. Golden State ha risposto con un parziale di 35-8 che si è protratto fino al secondo quarto e ha costruito un vantaggio di 22 punti.