Un incendio la scorsa settimana in un impianto di liquefazione in Texas ha causato il crollo dei prezzi del gas naturale negli Stati Uniti. I futures sul gas naturale per la consegna di luglio sono scesi di oltre il 16% per terminare martedì a $ 7,189 per milione di unità termiche britanniche, l’ultima mossa a frusta nel mercato per la generazione di energia e il combustibile per riscaldamento. Il gas naturale è stato un grande motore dell’inflazione quest’anno, con i prezzi più alti degli ultimi anni che si sono aggiunti al costo del riscaldamento, del raffreddamento e dell’alimentazione di case e aziende, nonché della produzione di acciaio, cemento, vetro, plastica e fertilizzanti. Il prezzo del gas era il triplo di quello di un anno fa prima dell’incendio dell’impianto. L’Europa, dove gli acquirenti corrono per sostituire il carburante russo, ha visto un boom nelle esportazioni di gas naturale liquefatto. Circa un sesto della capacità di esportazione degli Stati Uniti è stata ridotta da un incendio in una struttura del Texas. L’aumento delle esportazioni di gas naturale liquefatto è stato indicato come una ragione per i costi energetici a basso budget a casa. Paul Cicio, amministratore delegato di Industrial Energy Consumers of America, ha affermato che dovrebbe essere allarmante per i responsabili politici federali che il terminal esporti solo 2 miliardi di piedi cubi di gas al giorno. Il proprietario dell’impianto ha dichiarato martedì che l’incendio scoppiato tra i tubi che spostano il GNL dai serbatoi di stoccaggio alle banchine ha causato più danni di quanto inizialmente pensato. L’impianto a sud di Houston ha la capacità di liquefare ed esportare circa 2 miliardi di piedi cubi di gas al giorno. Il completamento di tutte le riparazioni necessarie e il ritorno alla piena operatività dell’impianto non sono previsti fino alla fine del 2022, secondo la società. Gran parte del gas che sarebbe stato spedito all’estero sarà ora disponibile per i commercianti negli impianti di stoccaggio nazionali quando la domanda sarà più alta. Le scorte di gas naturale degli Stati Uniti sono inferiori del 15% alla media quinquennale per questo periodo dell’anno, a causa delle esportazioni record di gas naturale liquefatto e della domanda che ha superato la produzione. Ha detto che la capacità di spostare o spostare quella quantità di gas è limitata. Molto probabilmente è bloccato in Texas e nel nord della Louisiana, e molto potrebbe finire in deposito. Mentre l’Europa si affretta a rinunciare all’energia russa, i produttori americani di gas naturale stanno lottando per soddisfare la domanda.