Il processo di capacitazione degli spermatozoi comporta una serie di cambiamenti che gli spermatozoi subiscono nel tratto riproduttivo femminile che consentono loro di fecondare un uovo. Lo sperma è stato raccolto da un maiale maschio fertile presso il National Swine Resource and Research Center dell’università. Per facilitare la fecondazione, lo zinco deve fungere da regolatore principale di vari processi che avvengono all’interno dello sperma per facilitare il riconoscimento e il legame delle cellule sessuali maschili e femminili. lo sperma non può fecondare un uovo femminile se lo zinco viene mantenuto nello stato non abilitato. Se lo zinco viene rilasciato dallo sperma e il processo di capacitazione richiede troppo tempo, gli spermatozoi moriranno prima di raggiungere l’uovo, un metodo di fertilità comune che molti allevatori utilizzano per promuovere la riproduzione tra i loro animali. Peter Sutovsky è un professore di scienze animali presso la School of Medicine dell’Università del Missouri e afferma che i livelli di zinco nello sperma dei suini maschi possono aiutare gli allevatori di carne di maiale a prendere decisioni più informate. Analizzando il ruolo regolatore svolto dallo zinco negli spermatozoi, possiamo apprendere indizi sulla breve finestra temporale in cui lo sperma potrebbe avere le migliori possibilità di successo della fecondazione. “Tutto ciò che possiamo fare per estendere quella breve finestra di opportunità per quando lo sperma può fecondare con successo gli ovuli femminili può avere un impatto positivo sulla gestione della fertilità per gli animali e anche sulla terapia dell’infertilità potenzialmente umana”, afferma Sutovsky. Secondo la nostra ricerca, la diluizione prematura del liquido seminale ricco di zinco può causare l’esaurimento e la morte dello sperma. Oltre a comprendere meglio il ruolo svolto dallo zinco come regolatore chiave della funzione degli spermatozoi, i ricercatori hanno anche scoperto che le stesse proteine ​​sono coinvolte nel biologico.