C’è un articolo scritto dal mio collega che nessuno dovrebbe scrivere. Oltre alla guerra e all’instabilità politica, ora arriva l’impennata dei prezzi di cibo e fertilizzanti e le previsioni di una quinta stagione delle piogge consecutiva al di sotto della media. Mentre Diyad portava suo figlio al centro medico, ha continuato ad ascoltare il battito del cuore di suo figlio per assicurarsi che non morisse. Molti gruppi umanitari hanno accusato il cambiamento climatico della mancanza di pioggia in Madagascar. Il riscaldamento ha un ruolo trascurabile da svolgere secondo un team di scienziati che ha esaminato i dati. Il denominatore comune è la sofferenza umana, indipendentemente dal fatto che uno specifico evento meteorologico estremo sia collegato al cambiamento climatico. Somini: Ray, è questo il risultato del cambiamento climatico?. Gli scienziati mi dicono che non ci sono dati sufficienti per prendere una decisione a causa del conflitto. Secondo l’ultima e migliore ricerca esaminata dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, non c’è stata una chiara direzione di cambiamento nel verificarsi di periodi di siccità nel Corno d’Africa. Se il riscaldamento globale aumenta, gli scienziati prevedono un aumento dell’intensità e della durata della siccità nella regione. Anche se il riscaldamento globale non lo rendesse più probabile o più intenso, quelli futuri potrebbero esserlo. La capacità del suolo di assorbire l’acqua è stata degradata, anche in caso di pioggia, secondo Lisa Thalheimer. Il cambiamento climatico è più difficile da attribuire al caldo estremo. Le alte temperature, la scarsità di precipitazioni e le complicate interazioni tra l’atmosfera e la terra sono alcuni dei fattori che possono portare a una scarsità di precipitazioni. Gli scienziati hanno bisogno di dati meteorologici migliori per confrontare gli estremi passati. Somini: Vedo più studi sul clima per i paesi del nord che del sud. C’è una scarsità di dati. È più probabile che gli scienziati del clima vivano e lavorino nel mondo ricco. I paesi poveri hanno meno prove scientifiche per prendere decisioni importanti, come devo proteggere la mia casa dalle inondazioni o acquistare un’assicurazione. I cambiamenti a livello di policy possono essere influenzati dagli studi sull’attribuzione. L’aspra atmosfera politica degli ultimi quattro anni ha fatto sì che il governo non fosse concentrato sul miglioramento della sicurezza, per non parlare di garantire che le comunità potessero riprendersi dall’ultima carestia. Cibo e acqua di emergenza vengono forniti dai donatori quando si verifica una crisi. Ci sono meno soldi per prepararsi alla prossima crisi, compreso il monitoraggio delle risorse idriche, il miglioramento della gestione del territorio e la protezione del bestiame. Acqua e cure mediche sono incluse. I commercianti e gli agricoltori locali hanno una resilienza a lungo termine agli shock climatici. Sembra che queste siano strategie utili per affrontare condizioni meteorologiche estreme, anche se legate al cambiamento climatico. Il rafforzamento delle infrastrutture alimentari e dei sistemi di supporto di emergenza quasi certamente salverà vite in futuro. Molti esperti con cui ho parlato hanno affermato che il mondo avrebbe dovuto agire in base ai segnali premonitori di un periodo di siccità l’anno scorso invece di aspettare che fosse dichiarata una carestia. Il cambiamento climatico sta rendendo la vita delle persone già alle prese con la povertà ancora più difficile. Un lungo periodo di siccità sta trasformando un lago in un deserto, alimentando le tensioni tra compagnie minerarie, agricoltori e città sull’uso dell’acqua. Un gruppo di scienziati sta usando microfoni e registratori subacquei per ascoltare le onde sonore che usano per comunicare. È possibile che il cambiamento climatico abbia qualcosa a che fare con questo.