Quattro studi legali e contabili aiuteranno a indagare su come le banche hanno finito per assumere il controllo di oltre 2 miliardi di dollari in una filiale chiave del China Evergrande Group. Lo sviluppatore immobiliare cinese altamente indebitato e il suo gruppo di servizi immobiliari Evergrande hanno dichiarato la scorsa settimana di essere stati costretti a far valere i propri diritti sui depositi bancari impegnati a garantire prestiti di terzi. I consulenti professionisti lavoreranno con i direttori non esecutivi di Evergrande per indagare sull’incidente. In un deposito alla borsa di Hong Kong, Evergrande ha affermato che il pegno di depositi rilevanti e l’esecuzione sono avvenuti nel 2021. Entrambe le società hanno affermato che i comitati avevano iniziato a raccogliere informazioni e che avrebbero cercato di completare le loro indagini il prima possibile. Mercoledì, le azioni dell’unità automobilistica, nota anche come Evergrande Auto, hanno ripreso a negoziare scendendo fino al 14%. Evergrande Auto stava cercando maggiori informazioni sul sequestro del deposito. Evergrande Auto non rispetterà la scadenza del 31 marzo di Hong Kong per pubblicare i risultati annuali certificati, quindi le sue azioni saranno sospese da venerdì. Sia Evergrande che Evergrande Property Services hanno affermato che non avrebbero rispettato la scadenza per i risultati verificati. Evergrande ha dichiarato di aver accettato di vendere una partecipazione in Crystal City, un progetto nella città cinese orientale di Hangzhou, per circa 575 milioni di dollari. Dopo che la vendita sarà completata, i due acquirenti statali pagheranno Evergrande. A giugno 2021, Evergrande aveva l’equivalente di oltre $ 300 miliardi di debiti, rendendolo il promotore immobiliare più indebitato della Cina.