La guerra in Ucraina ha causato notevoli ritardi, ma il rinvio della scadenza consentirebbe alle case costruttrici di consegnare le auto. Lo stesso giorno del Decreto Trasporti è stato approvato anche il Decreto Semplificazioni. E’ stata inserita la legge “Disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile, nonché per i grandi eventi e per la funzione del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile”. Il termine è aumentato da 180 a 270 giorni per consentire ai produttori di consegnare le auto. Ci sono lunghi tempi di attesa nel settore a causa della guerra in Ucraina e della scarsità di rifornimenti. La proroga riguarda l’acquisto delle nuove vetture low carbon per gli incentivi che fanno parte dell’auto ecobonus. Gli incentivi previsti dal decreto 17 del 2022, ovvero il decreto legge, sono stati messi a disposizione dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 maggio. Sono stati messi a disposizione 650 milioni di euro per l’anno in corso, e 1 miliardo all’anno per ciascuno dei prossimi tre anni, come incentivi strutturali per il settore automobilistico fino al 2030. Beneficeranno della proroga i privati ​​che hanno stipulato contratti a partire dal 16 maggio. La piattaforma specifica è stata resa operativa il 25 maggio. Dopo 10 giorni dall’apertura delle prenotazioni sono finiti gli incentivi per l’acquisto di veicoli con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km.