L’interrogatorio di Jackson da parte della commissione giudiziaria del Senato è stato caratterizzato da scambi tesi tra i senatori, la messa in onda di lamentele sulle conferme passate e descrizioni incendiarie di raccapriccianti casi di pornografia infantile su cui Jackson una volta si era pronunciato. Un giudice sulla D.C. Circuit è il primo ex difensore pubblico federale ad essere mai nominato alla Corte Suprema. Le è stato chiesto di argomenti controversi come l’aborto e l’aggiunta di seggi alla Corte Suprema, nonché se ha una filosofia giudiziaria. Jackson ha detto a Cruz che non sarebbe stata coinvolta nel caso di azione affermativa se fosse stata confermata alla Corte Suprema. Quando Cruz ha chiesto se intendeva squalificarsi, Jackson ha detto che era il suo piano. La Corte Suprema può decidere il destino dell’aborto prima che Jackson salga in panchina dopo aver ascoltato un’importante sfida alla decisione in questo termine. La senatrice Marsha Blackburn, repubblicana del Tennessee, ha chiesto al giudice se avrebbe rispettato la decisione della corte se dovesse ribaltare la legge sull’aborto. Jackson è stata pressata sulla sua filosofia giudiziaria, che ha definito una “metodologia giudiziaria”. Ha delineato un processo in tre fasi che segue per interpretare la legge per assicurarsi che sia imparziale e “aderisca ai limiti” della sua “autorità giudiziaria”. Jackson non ha spiegato come si sarebbe avvicinata all’interpretazione della Costituzione secondo più senatori repubblicani. Jackson ha detto che non ha una giustizia su cui si è modellata quando le è stato chiesto a quale giudice della Corte Suprema assomigli di più. Ha detto che la filosofia era la sua metodologia. Ha detto che affronta i casi in base all’esperienza, alla pratica e coerente con i suoi obblighi costituzionali. Se Jackson sarà confermato alla Corte Suprema, dovrebbe occupare il posto del giudice Stephen Breyer nella minoranza liberale della panchina 6-3. Jackson ha affermato che ci sono stati molti giudici nella storia che hanno utilizzato il “meccanismo del dissenso” per descrivere le loro opinioni in modi che diventeranno persuasivi per gli altri in futuro. Jackson è stato accusato di aver emesso pene più brevi nei confronti di autori di reati di pedopornografia rispetto alle linee guida federali. La Corte Suprema ha deciso nel 2005 che la sentenza per i casi di pedopornografia sarebbe spettata al giudice. Jackson ha detto che ha sempre cercato di usare la sua discrezione come giudice nei casi di pornografia infantile per prendere in considerazione le linee guida stabilite dal Congresso. Jackson ha affermato che le linee guida avevano lo scopo di assistere i giudici nel determinare quale punizione dare. Jackson ha detto al senatore Lindsey Graham, un repubblicano della Carolina del Sud, che Internet ha cambiato la condanna per pedopornografia perché puoi farlo per 15 minuti. L’attenzione dei legislatori del GOP sul suo record di condanne per pedopornografia sembrava frustrare Jackson entro il secondo giorno di udienze, e ha detto a Graham che si rammarica del fatto che in un’audizione sulle sue qualifiche per essere un giudice della Corte Suprema, abbiamo speso molto di tempo concentrandosi su questo piccolo sottoinsieme. Jackson ha detto che al momento non è al corrente delle opinioni dei giudici sul perché e come stanno usando il registro di emergenza e che se fosse confermata lo farebbe. Jackson ha detto che i giudici non dovrebbero parlare di questioni politiche e che non dovrebbero essere nominati alla Corte Suprema. Jon Ossoff, un democratico della Georgia, ha chiesto a Jackson della sua sentenza in cui ha stabilito che l’ex presidente Donald Trump non poteva impedire al consigliere della Casa Bianca Don McGahn di rispondere a una citazione legislativa sulla base dell’immunità assoluta. Ha deciso che la sua decisione è stata ribaltata dalla D.C. C’è un circuito di corte.