Il capitano Karl Boy-Ed, l’addetto navale dell’ambasciata tedesca, è una delle più alte cariche consolari. Boy-Ed e il suo collega nel corpo diplomatico tedesco, l’addetto militare Franz von Papen, furono espulsi dagli Stati Uniti a causa di una crescente quantità di prove che i diplomatici erano coinvolti in sabotaggi e propaganda ingannevole. In quanto nazione neutrale, gli Stati Uniti mantennero relazioni diplomatiche con ciascuno dei principali combattenti: la Germania e il suo alleato Austria-Ungheria da una parte e Inghilterra, Francia e Russia dall’altra. Boy- Ed era stato cacciato dall’America da un chiacchierone che dirigeva un piccolo quotidiano del Rhode Island. Decine di storie esclusive che smascherano presunti intrighi tedeschi in America sono state stampate dal Providence Journal nei sei mesi precedenti. I diplomatici tedeschi negli Stati Uniti sono stati accusati di tutto, dalla frode ai passaporti alla propaganda in un assalto di articoli. Boy-Ed è stato nominato come l’uomo di punta in una cospirazione tedesca per riportare al potere il dittatore messicano esiliato Victoriano Huerta con un colpo di stato e per contrabbandare armi in Messico in modo che potesse attaccare gli Stati Uniti sudoccidentali. È possibile spingere gli Stati Uniti e il Messico in una guerra a fuoco?. I tedeschi capirono che molte persone negli Stati Uniti credevano a Rathom. Gli Stati Uniti potrebbero entrare in guerra al fianco della Gran Bretagna e dei suoi alleati se un numero sufficiente di americani vede la Germania come una minaccia. Boy- Ed ha detto che le storie su di lui sui giornali sono state inventate dal Providence Journal. Gli Stati Uniti rimasero neutrali negli anni precedenti la guerra, nonostante il fatto che molti giornalisti avessero pubblicato articoli sullo spionaggio tedesco. Diverse storie sconvolgenti dell’ambasciata sulla propaganda tedesca sono state fornite dal New York World. Nonostante una tiratura di appena un decimo delle principali riviste di New York, il Providence Journal divenne la fonte di riferimento per le trame e gli intrighi tedeschi. Queste sensazioni e dozzine di altre quasi dall’oggi al domani hanno costruito una reputazione nazionale per il combattivo editore di notizie, anche se non ha mai spiegato sulla stampa come un piccolo giornale conservatore del Rhode Island stesse ottenendo tutti questi scoop. Ogni stato del paese ha ricevuto una storia dal Providence Journal, che iniziava con una famosa frase di apertura: “The Providence Journal dirà oggi..”. Soldati americani pronti a imbarcarsi per l’Europa mentre gli Stati Uniti entrano nella prima guerra mondiale nel 1917. All’inizio della guerra, i diplomatici tedeschi negli Stati Uniti erano più che semplici rappresentanti dell’impero. Il governo tedesco ha speso molti soldi per la propaganda americana. Oltre alla guerra psicologica, nel gennaio 1915 il capo della sezione politica dello stato maggiore della Germania imperiale trasmise l’autorizzazione ai diplomatici tedeschi negli Stati Uniti per il sabotaggio contro le fabbriche di rifornimenti militari. Nel 1917 lanciò un tour di conferenze negli Stati Uniti in cui si vantava di comandare un giro di controspionaggio di giornalisti ordinari che si erano infiltrati nei consolati tedeschi e austriaci in America sotto copertura come dipendenti. La stampa americana era sbalordita dal fatto che un giornale avesse sconfitto le spie tedesche. L’espulsione di Boy-Ed e Papen dagli Stati Uniti nel 1915 fece desiderare ai propagandisti tedeschi di scavare un po’ di terra. La stampa filo-tedesca ha scoperto che lo sfondo di Rathom era una foresta oscura piena di nebbia. La società che detiene i registri del giornale ha confermato che nessuno di nome Rathom ha mai scritto per questo. La storia di How World War I Ended Is Wrong si intreccia con quella americana nella prima guerra mondiale. I russi copiarono alcune delle cose che gli agenti tedeschi facevano nel 1915. La stampa è stata utilizzata durante la prima guerra mondiale per diffondere la paura. The Imposter’s War: The Press, Propaganda, and the Battle for the Minds of America è stato scritto da Mark Arsenault.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.