Non ci sono idee su come pagarlo. La macchina da guerra russa è stata smascherata come una tigre di carta che non poteva sfidare seriamente la NATO in un conflitto convenzionale. L’esercito russo deve essere ulteriormente rallentato dagli ucraini. Quando la Russia spara 60.000 proiettili al giorno contro i 5.000 che gli ucraini dicono di poter sparare, non può succedere. L’amministrazione Biden sta fornendo armi avanzate all’Ucraina, ma non sta arrivando abbastanza velocemente. Dopo aver chiesto quali armi chiedeva Gerusalemme, il 37° presidente ha ordinato al suo staff di raddoppiarle. La capacità di crescita della Russia potrebbe essere danneggiata dalle sanzioni. Il tributo che il mondo è disposto a pagare per la solidarietà con l’Ucraina non è illimitato, poiché le stesse sanzioni impongono anche un tributo al resto del mondo. Nel frattempo, Putin sembra non pagare un gran prezzo, sia nei ricavi energetici (che sono in aumento, grazie agli aumenti dei prezzi) sia nel sostegno pubblico (anche in aumento, grazie a una combinazione di nazionalismo, propaganda e paura), per la sua guerra. In primo luogo, gli Stati Uniti dovrebbero essere pronti a sfidare il blocco marittimo russo di Odesa scortando le navi mercantili da e verso il porto. Gli Stati Uniti dovrebbero sequestrare le attività della banca centrale russa che sono detenute all’estero per finanziare le esigenze militari e di ricostruzione dell’Ucraina. Il tipo di colpo finanziario alla Russia che altre sanzioni non sono riuscite a fare è ciò che è necessario in questo momento. La lotta in Ucraina avrà un effetto maggiore in Asia che in Europa. L’amministrazione potrebbe essere rassicurata sul fatto che non invaderà nessun altro perché ha insanguinato l’esercito russo. Se la guerra finirà con Putin al potere e la Russia al controllo di un quinto dell’Ucraina, Pechino imparerà che l’aggressione funziona. La guerra in Ucraina o è un inizio o una fine. Il presidente Biden deve fare di più per garantire che sia quest’ultimo.