Al fine di definire i diversi gruppi di lavoro che si occuperanno della predisposizione e relativa redazione dei progetti di intervento necessari per intercettare fino a 3,5 milioni di risorse del Piano Nazionale Recupero e Resilienza, il Settore Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni del Savio Valley ha pubblicato una dichiarazione pubblica. In particolare, si tratta di progetti inerenti alle tre macro-aree definite dalla Missione 5.2.1: Servizi Sociali, Disabilità e Marginalità Sociale (famiglie, comunità e sostegno al lavoro, infrastrutture sociali, alloggi sociali, inclusione, anziani non autosufficienti, disabilità ed emarginazione). Occorre partire dall’individuazione di una serie di servizi e benefici da riconoscere su tutto il territorio nazionale affinché l’approccio sia graduale. Elaboreremo alcune proposte progettuali per ciascuna delle tre linee di investimento, coinvolgendo il più possibile i diversi attori sociali presenti sul territorio dell’Unione dei Comuni, che se ne occupano. Il Terzo Settore e le altre organizzazioni devono presentare la propria adesione entro il 21 marzo. Il provvedimento prevede interventi di potenziamento dei servizi a sostegno delle famiglie in difficoltà, soluzioni abitative innovative e attrezzature per gli anziani, servizi di assistenza sociale domiciliare per favorire la deistituzionalizzazione, nonché forme di sostegno agli operatori di social housing per contrastare il fenomeno del burn out e del sociale.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.