I repubblicani della Camera hanno accolto mercoledì in Campidoglio un nuovo gruppo di lobbying “anti-veglia” che si autodefinisce, amplificando la loro ostilità nei confronti della Camera di commercio degli Stati Uniti e del più ampio movimento di “governo ambientale, sociale e aziendale” (ESG). Il Comitato di studio repubblicano, il più numeroso gruppo di conservatori alla Camera, ha invitato a pranzo i leader della Camera di commercio americana per la libera impresa. Il gruppo si sta posizionando come un’alternativa alle lobby come la Camera degli Stati Uniti, che secondo alcuni repubblicani hanno barcollato a sinistra per placare i democratici, nel mezzo di uno sforzo più ampio da parte delle multinazionali americane di difendere questioni come l’aborto, il diritto di voto e la giustizia razziale. La conversazione del pranzo del Comitato di studio repubblicano si è trasformata in una sessione violenta contro la Camera e Jim Banks. I due leader del nuovo gruppo sono Terry Branstad, l’ex governatore dell’Iowa e ambasciatore del presidente Trump in Cina, e Gentry Collins, l’ex direttore politico del Comitato nazionale repubblicano. Banks si è detto frustrato nei confronti della Camera di Commercio degli Stati Uniti per aver sostenuto le politiche cinesi. Woke è un termine usato per riferirsi alla consapevolezza di ampie ingiustizie nella società che i conservatori usano come peggiorativo per criticare gli ideali liberali. La Camera degli Stati Uniti è stata corrotta dal pensiero sveglio, secondo il rappresentante Andy Barr (R-Ky.). L'”Ensuring Sound Guidance (ESG) Act” fa parte di un assalto legislativo del GOP contro gli investimenti verdi e altre forme di investimento socialmente responsabile. Le principali società di investimento devono riabbracciare i combustibili fossili per essere parte dell’obiettivo del GOP. Branstad ha concordato con il requisito di Barr che i consulenti per gli investimenti diano la priorità ai rendimenti finanziari rispetto ad altre questioni. Branstad e Collins sono stati ringraziati dal rappresentante Warren Davidson per aver organizzato una vera e propria Camera di Commercio americana. Branstad ha detto che sarebbero stati forti per la sicurezza del confine. Branstad è stato visto rannicchiarsi con un membro del Congresso. Lo staff di McCarthy si è incontrato alla fine del pranzo. L’anno scorso, il capo del personale del deputato ha affermato che il suo ufficio non voleva essere associato alla Camera degli Stati Uniti. Se la Camera degli Stati Uniti mi inviasse una richiesta di riunione in questo momento, non lavorerei nemmeno a uno stagista per quella riunione. Neil Bradley è il vicepresidente esecutivo della Camera degli Stati Uniti ed è un ex membro dello staff dirigente del GOP della Camera.