Sempre un po’ una gara e un po’ un’avventura, quest’anno la 1000 Miglia coinvolgerà oltre 400 auto d’epoca di inestimabile valore, di cui 118 appartenenti ai marchi Abarth, Alfa Romeo, Fiat e Lancia, scuderia indiscussa simbolo dell’Italia sport motoristici. La 6C 1500 Super Sport è uno dei gioielli della collezione storica ed è stata vinta nell’edizione 2019. A loro si aggiungono una coppia di dipendenti degli stabilimenti di Pomigliano d’Arco e Cassino, oltre all’Amministratore Delegato dell’azienda, Alessandro Alunni Bravi. Occhi puntati sulla splendida Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928, con carrozzeria degli Stabilimenti Farina, che punta a bissare il trionfo del 2019 nella stessa gara, senza dimenticare che ha vinto anche questa splendida vettura del Museo Storico Alfa Romeo edizioni del 2005, 2007 e 2008. La 6C 1500 Super Sport sarà portata in gara da Giovanni Moceri, ex Campione Italiano Grandi Eventi ACI Sport e vincitore delle più grandi gare storiche di regolarità in Italia. Secondo il claim che l’ha resa celebre negli anni Cinquanta, farà la sua parte anche la versione “gran turismo” del 1900, “l’auto di famiglia che vince le corse”, un’elegante coupé con carrozzeria Touring. L’Alfa Romeo 1900 Super sprint è spinta da un motore due litri quattro cilindri con doppio albero a camme e una potenza di 115 CV. Una delle versioni più equilibrate e raffinate dell’Alfa Romeo 1900C Super sprint è ancora considerata uno dei modelli di maggior successo dall’azienda. L’elegante vettura, targata 399, sarà condotta in gara da una coppia di dipendenti Stellantis. Alla guida della vettura con la numero 343 sarà la giovane pilota e opinionista sportiva Vicki Piria, non ancora trentenne, che è la compagna dell’Alfa Romeo nel “circo” di Formula 1.