17 dispersi, 121 feriti e 1 morto in un incendio presso l’impianto petrolifero cubano.

Un incendio provocato da un fulmine in un deposito di petrolio è divampato nella città cubana di Matanzas, dove quattro esplosioni e fiamme hanno ferito 121 persone e lasciato dispersi 17 vigili del fuoco. Le autorità cubane hanno detto che è stato trovato un corpo. Il Ministero dell’Energia e delle Miniere ha affermato che i vigili del fuoco e altri specialisti stanno ancora cercando di spegnere l’incendio alla base di Matanzas Supertanker. Carlos Fernndez de Cosso ha affermato che il governo degli Stati Uniti ha offerto assistenza tecnica. Il presidente Daz-Canel ha ringraziato Messico, Venezuela, Russia, Nicaragua, Argentina e Cile per il loro aiuto. Secondo l’agenzia di stampa cubana, un fulmine ha colpito un carro armato e ha appiccato un incendio. Una densa colonna di fumo nero si è levata dalla struttura mentre gli elicotteri militari hanno gettato acqua sul fuoco e si è diffusa fino all’Avana. Roberto de la Torre, capo delle operazioni antincendio a Matanzas, ha detto che i vigili del fuoco stavano spruzzando acqua sui serbatoi per mantenerli freschi. Il ministero della Salute cubano ha riferito che 121 persone sono rimaste ferite e cinque di loro in condizioni critiche. Il ministero della Salute ha dichiarato in una dichiarazione che era stato trovato un corpo e che i funzionari stavano cercando di identificarlo. Alcune persone hanno deciso di lasciare il distretto di Versailles, che è un po’ più lontano dalla fattoria dei carri armati rispetto a Dubrocq. Matanzas, una città con circa 140.000 abitanti che si trova sulla baia di Matnzas, ha molte ambulanze, polizia e autopompe per le strade. Le immagini satellitari hanno mostrato una densa nuvola di fumo nero che si muoveva dal punto dell’incendio a est fino all’Avana.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.