Il lago formato dal fiume Colorado è a livelli storicamente bassi. Le forniture d’acqua ad alcuni stati degli Stati Uniti e al Messico saranno tagliate per evitare un catastrofico crollo del fiume Colorado. Più di due decenni di precipitazioni ben al di sotto della media hanno lasciato il fiume a livelli critici, poiché il cambiamento climatico causato dall’uomo peggiora il ciclo naturale della siccità. Nonostante anni di avvertimenti e una scadenza imposta da Washington, gli stati che fanno affidamento sul fiume non sono stati in grado di concordare un piano per ridurne l’utilizzo. L’assistente segretario per l’acqua e la scienza presso il Dipartimento degli interni degli Stati Uniti ha affermato che l’uso dell’acqua nel bacino deve essere ridotto per evitare il crollo del sistema del fiume Colorado. La California, il più grande utente dell’acqua del fiume, non sarà colpita il prossimo anno. Precipitazioni ridotte e temperature più elevate causate dalla combustione di combustibili fossili significano che cade meno neve e si scioglie più velocemente. Le piante crescono da un fondale esposto che si sta asciugando durante i bassi livelli dell’acqua sul fiume Colorado a Boulder City, in Nevada. Washington è intervenuta perché gli stati che utilizzano l’acqua hanno mancato la scadenza di lunedì per ridurre l’utilizzo. La California è stata risparmiata da qualsiasi taglio dopo che i funzionari degli stati a monte hanno colpito un accordo. Il cambiamento climatico, compreso il caldo estremo e le scarse precipitazioni, è responsabile del peggioramento della siccità nel bacino del fiume Colorado. Gli Stati Uniti occidentali sono attualmente nel suo 23° anno di siccità, il peggiore in più di 1.000 anni. Los Angeles è servita dal fiume Colorado ed è stato ordinato di salvare l’acqua impopolare. Ci sono scadenze per gli stati occidentali per smettere di usare il fiume Colorado.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.